Gli alimenti magici (come l’ananas) non esistono

Dai, non negarlo: almeno una volta nell vita hanno provato a convincerti che potesse esistere un alimento, un’erba, una qualsiasi cosa che potesse risolvere tutti i problemi di sovrappeso e di salute.

C’e stato il periodo dell’ananas: te lo ricordi? Tutti a bere succo di ananas perchè qualcuno aveva messo in giro la voce che esso facesse perdere miracolosamente peso alle persone (in realtà contiene solo un po’ di bromelina, un enzima che aiuta la digestione).

Dopo l’anans è subentrata l’era delle alghe, poi quella dell’Aloe Vera e così via.

La verità è che l’effetto di un singolo alimento dipende da tantissimi fattori:

  • le condizioni di salute della persona che lo assume;
  • le caratteristiche della persona (Maschio? Femmina? Giovane? Anziano?
  • la quantità dell’alimento;
  • le abitudini alimentari complessive della persona (prova a mangiare un ananas dopo il cenone di Natale e vedrai che la digestione non verrà minimamente semplificata)

E mi fermo qua, perché altrimenti bisognerebbe scrivere un trattato di Epidemiologia.

A fare la differenza a lungo termine non è mai il singolo alimento ma la filosofia alimentare che adotti.

Quali sono i principi e i valori che persegui attraverso l’alimentazione?

Te ne suggerisco qualcuno:

sobrietà, leggerezza, eleganza.

Quando ti siedi a tavola chiediti come si rapporta con gli alimenti una persona sobria, serena, elegante. E comportati di conseguenza.


Lascia un commento

Your email address will not be published.

top